È stato eletto il nuovo Consiglio Direttivo dell'AISS – Presidente: Anna Maria Lorusso
Vicepresidenti: Riccardo Finocchi, Alice Giannitrapani, Stefano Jacoviello
Segretario-Tesoriere: Antonio Santangelo




congressi

XXIV Convegno nazionale della Società italiana di filosofia del linguaggio

XXIV Convegno nazionale della Società italiana di filosofia del linguaggio

Forme dell’identità
24-26 Gennaio 2018
 
Università degli studi di Milano
Dipartimento di Filosofia, Via Festa del Perdono 7, Milano

continua...

pubblicazioni

Narrazione e realtà

A cura di Guido Ferraro, Antonio Santangelo

Saggi di: Denis Bertrand, Massimo Achille Bonfantini, Francesco Galofaro, John Gibson, Wolfgang Huemer, Peter Lamarque, Anna Maria Lorusso, Gianfranco Marrone, Augusto Ponzio, Maria Pia Pozzato, Ugo Volli, Alberto Voltolini


Il rapporto tra invenzione narrativa e mondo reale è per molti aspetti tanto controverso quanto affascinante e la questione è tanto più rilevante nel momento attuale, poiché da sempre più numerosi spunti di vista si parla di "storytelling", di narrazioni che determinano la vittoria dei politici, il destino delle imprese economiche e le forme narrative che definiscono il modo in cui tutti concepiscono la propria esperienza di vita. Il volume affronta il tema collegando insieme i punti di vista della semiotica e della filosofia antica, ragionando sui diversi statuti dei racconti e sui differenti modi in cui questi possono interagire con il mondo.

continua...

news

Un saluto a Hubert Damisch

L'AISS ricorda Hubert Damisch con un contributo di Angela Mengoni

 

Filosofo, storico e teorico dell’arte Hubert Damisch, nato nel 1928, ha insegnato dal 1958 nella IVème section dell’Ecole Pratique des Hautes Etudes; nel 1967 è nominato maître assistant all’Ecole Normale Supérieure, dove ha animato un seminario di Storia e teoria dell’arte che si è rivelato seminale per tutta una generazione di storici, teorici e artisti. Assistente di Pierre Francastel, cui era stato indirizzato da Maurice Merleau-Ponty, ha avuto rapporti intellettuali e d’amicizia con i maggiori storici e teorici dell’arte di quel periodo, in particolare

continua...

news

Programma – Iconologia del tatuaggio

Palermo 1-2 dicembre 2017

La pratica contemporanea del tatuaggio conosce una diffusione planetaria. Con un meccanismo caratteristico della semiosfera, la scrittura sul corpo da anti-linguaggio marginale è diventata moda globalizzata. Se sino a pochi decenni fa il tatuaggio era fenomeno di nicchia, e rivendicava in vario modo l’essere minoranza, oggi si contano numeri tali da normalizzarlo, se non banalizzarlo: nel 2015, circa il 30 % delle persone ne fanno uso negli Stati Uniti, il 13 % in Italia: che signifi- ca, da noi, più di sette milioni. Come per tutte le mode di massa, inizia a far tendenza il fatto di non esibirne, e se ne facilita così l’oggettivazione.

continua...

pubblicazioni

Visual and Linguistic Representations of Places of Origin. An Interdisciplinary Analysis di Maria Pia Pozzato

Visual and Linguistic Representations of Places of Origin. An Interdisciplinary Analysis

di Maria Pia Pozzato

 

This book is about the representations - both visual and linguistic - which people give of their own places of origin. It examines the drawings of interviewees who were asked to draw their own place of origin on a white A3 sheet, using pencil or colour, according to their choice. If they were born in a place they did not remember because they moved in when they were very small, they could draw the place they did remember as the scenario of their early childhood. The drawings are examined from three different perspectives: semiotics, cognitive psychology and geography. The semiotic instruments are used to describe how each person reconstructs a complex image of his/her childhood place, and how they translate their own memories from one language to another, e.g. from drawing to verbal story, trying to approach what they want to express in the best possible way. The cognitive-psychological point of view helps clarify the emotional world of the interviewees and their motivations during the process of reconstruction and expression of their childhood experiences. The geographical conceptualizations concern a cultural level and provide insight into the cartographic models that inspire the maps people drew. One of the main findings was the influence from cultural codes as demonstrated in the fact that most of the US students interviewed drew their maps showing considerable cartographic expertise in comparison to their European counterparts.

continua...

news

Call for papers – Signata Annales des Sémiotiques

 CFP numero 11 della rivista Signata Annales des Sémiotiques /Annals of Semiotics (http://journals.openedition.org/signata/)la cui uscita è prevista per il 2019.

 
Il numero sarà dedicato al tema "Le sens de la performance : à partir des arts vivants/The meaning of performance: from arts and beyond".

Data limite per l'invio degli abstract (max 300 parole): 1 maggio 2018
Data limite per l'invio dei contributi accettati: 1 settembre 2018

Gli articoli saranno redatti in lingua francese o inglese e verranno inviati ai seguenti indirizzi:
Le norme redazionali per l'invio dei contributi sono consultabili al seguente indirizzo: http://journals.openedition.org/signata/1163.
Altri dettagli sono specificati nel call (FR-ENG) qui allegato.

continua...